Il KDE che non ci piace

E’ ormai un anno che sono un felice utente di KDE (a parte una spiacevole quanto lunga disavventura che portava i programmi a crashare casualmente in preda a una sindrome collettiva da Segmentation Fault: è saltato fuori poi che una ripulita ai file di configurazione poteva risolvere il problema e tutto è tornato allo splendore naturale).
Sono sempre in difficoltà a spiegare precisamente perchè qualcosa mi piace, preferisco seminare riferimenti qua e là come ho già fatto nei miei post. Tuttavia, fra le varie ragioni, va sicuramente ricordata la grandissima configurabilità, la completezza di programmi disponibili ed anche la qualità di (almeno alcuni di) questi – uno su tutti, Akregator!

Nonostante ciò, ci sono alcune pecche su cui lavorare, dalla messaggistica istantanea (ma si sta lavorando su KTelepathy per – forse – pensionare il confusionario Kopete) a certe piccolezze, alcune già segnalate ampiamente su un blog molto noto (chi lo legge lo sa, gli altri hanno disposizione una comoda funzione di ricerca da usare su Firefox con le giuste estensioni).

Mostrerò due immagini per far capire di cosa parlo. Continua a leggere

Annunci

Pacchettizzo!

Eh sì, da qualche tempo mi sono intrufolato nel magico mondo dei pacchetti .deb (d’altra parte, avevo già per un po’ di tempo gestito qualche PKGBUILD ). Non è stata la cosa più semplice che abbia fatto in vita mia, ancora non mi capacito di come ci possano essere tanti file da curare e modificare per UN singolo pacchetto, ma d’altra parte è proprio tra quei tanti che risiede la potenza di Debian e derivate.

Dopo vari tentativi, con qualche difficoltà, dopo qualche pacchetto che poi non serviva (è il caso di gtk-kde4, che dopo la comparsa di oxygen-gtk), è arrivato il successo! Sto parlando del pacchetto di kpartsplugin, un utilissimo programma che integra varie applicazioni di KDE nella finestra del nostro browser preferito, sfruttando un’altra tecnologia assolutamente geniale ed adorabile di KDE che si chiama KParts. Con kpartsplugin, finalmente, i pdf che si trovano regolarmente in rete possono essere letti nella finestra del browser attraverso Okular, e così via per tutta una serie di file, compresi i documenti di office se KOffice è installato sul computer.

Ora, dato che le cose fatte bene vanno anche fatte in grande, ho subito pensato che il pacchetto potrebbe anche entrare in qualche distribuzione di nostra conoscenza. Così l’ho subito caricato su mentors.debian.net in attesa che qualche sviluppatore mi faccia da Sponsor per l’adozione nei repository ufficiali della mamma delle distribuzioni.
Dopodichè, per rendere immediatamente disponibile il pacchetto a tutti, ho aperto un PPA su Launchpad per metterlo lì, pronto per tutti. Trovate PPA e pacchetto qui. Così nessun aggiornamento passerà inosservato 😉

Fatene buon uso, mi raccomando! 😀