Ce l’ho sporco!

Prima della pulizia, ovvero il disastro

si gioca a "trova il cielo dietro la polvere"

Questa che vedete a lato, è una foto scattata al cielo con la Pentax *istD che ho comprato, usata, quest’estate.

La foto è scattata con il diaframma più chiuso possibile (credo sia f38) per evidenziare eventuali residui di polvere presenti sul sensore, da ripulire successivamente.

Come potete osservare, ce n’è effettivamente un pochettino.
Di cielo.

Un vero disastro!

 

Per fortuna, ho trovato una guida che spiega come ripulire il sensore senza spendere decine di euro. Bastano un(-a?) aspira-polvere e una pompetta per clistere (so che sembra strano, ma costa 5€ in farmacia e se non andate da quella di fiducia non dovrete neanche vergognarvi troppo!).

Dopo la pulizia

già me lo vedo meglio

I risultati, dopo tre applicazioni, si vedono – o meglio, finalmente non si vedono più! – , ma, purtroppo, credo che dovrò usare qualche sistema più aggressivo. Almeno questa volta (spero che tolto il peggio, una normale manutenzione mi salvaguardi il portafoglio!)

Comunque, se è solo sbagliando che s’impara, diventerò sicuramente molto molto bravo 🙂